Museo diffuso del Vino


Museo diffuso del vinoMuseo diffuso del Vino

Inaugurato nel 2000 il museo è allestito in tre tradizionali tinelli – locali adibiti nel passato alla produzione e conservazione del vino che, affacciandosi lungo una delle strade del centro storico cittadino, danno luogo alla forma diffusa del museo. La collezione è formata da utensili e attrezzature vitivinicole che illustrano i principali attrezzature processi della filiera del vino: dalla coltivazione della vite alla raccolta dell’uva, dalla vinificazione alle fasi di imbottigliamento e vendita del prodotto finito, fornendo, al contempo,alcuni spaccati  sui mestieri tradizionali che ruotavano intorno alla produzione e vendita del prodotto, nelle sezioni dedicate al mastro bottaio e al carrettiere a vino dei Castelli Romani.

Dal maggio 2013, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie Qr Code e wi-fi, si è arricchito l’attuale allestimento. Il visitatore può visionare sul proprio telefono cellulare o smartphone le storie di vita degli anziani vignaioli, che, registrate nell’ambito del progetto Travaso di cultura, sono state riorganizzate in una serie di videodocumenti tematici. Si è così arricchito il concetto di fruizione museale,  stendendone i contenuti tradizionali in un’esperienza multimediale che facilita l’accesso alla conoscenza delle opere dalla viva voce dei detentori della memoria storica. La visita si completa nella Sala degustazione del museo, nella quale è possibile degustare e approfondire la conoscenza dei vini del territorio.

 

 

Indirizzo: Via Vittorio Emanuele II, 22/32/ 46 – Monte Porzio Catone

Orari di apertura:

venerdì, sabato, domenica: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00

TARIFFE POLO MUSEALE MPC 2016

 

1_MDV_Prima_Sala_Ingresso    2_MDV_Seconda_Sala_Fraschetta    3_MDV_App_TravasoDiCultura

  4_MDV_App_TravasoDiCultura2   7_MDV_Prima_Sala_Vendemmia